Logo Mantova Ambiente
Logo Youtube Canale Mantova Ambiente Logo Gruppo Tea
immagine prova articoli

Una comunità sostenibile

La nostra sfida è contribuire alla costruzione di comunità sostenibili, fornendo servizi in grado di migliorare la vita delle persone e dell’ambiente, con una visione del futuro volta a promuovere comportamenti virtuosi.

Gruppo Tea: un orizzonte sostenibile

Il 25 settembre 2015 le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile e i relativi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile, articolati in 169 Target da raggiungere entro il 2030.

L’Agenda 2030 riconosce lo stretto legame tra il benessere umano, la salute dei sistemi naturali e la presenza di sfide comuni che tutti i paesi sono chiamati ad affrontare: dalla lotta alla fame all’eliminazione delle disuguaglianze, dalla tutela delle risorse naturali all’affermazione di modelli di produzione e consumo sostenibili.

Gli Obiettivi hanno carattere universale e sono fondati sull’integrazione tra le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile (ambientale, sociale ed economica), quale presupposto per sradicare la povertà in tutte le sue forme.

L’assunto di partenza è il riconoscimento dell’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo. Viene definitivamente superata l’idea che la sostenibilità sia unicamente una questione di carattere ambientale e si assume una visione più ampia e integrata dell’idea di uno sviluppo sostenibile della società.

Il Gruppo Tea guarda con grande attenzione ai temi emersi dall’Agenda globale e ha scelto di operare per il raggiungimento di 13 obiettivi strategici.

Le nostre sfide

Si stima che entro il 2030 il 60% della popolazione mondiale vivrà in contesti urbani: circa 4,9 miliardi di persone. Se la vita delle persone si concentrerà sempre più nelle aree urbane è chiaro che questi luoghi dovranno essere progettati e organizzati secondo modelli che permettano una qualità di vita adeguata.

La nostra sfida è contribuire alla costruzione di comunità sostenibili, fornendo servizi in grado di migliorare la vita delle persone e dell’ambiente, con una visione del futuro volta a promuovere comportamenti virtuosi.

Per questo motivo concepiamo la raccolta dei rifiuti all’interno del paradigma dell’economia circolare, nel quale nulla va sprecato ma tutto viene rimesso in circolo, per abbattere gli sprechi e il consumo di materie prime. Attraverso il ciclo virtuoso della raccolta differenziata il rifiuto diviene risorsa e si riducono i materiali da destinare alla discarica, limitando lo sfruttamento di risorse naturali non rinnovabili. Una raccolta differenziata attenta e capillare è un primo passo verso la costruzione di un’economia sostenibile. Tuttavia la quantità di rifiuti che produciamo quotidianamente è ancora troppo alta: un passo ulteriore è quello di iniziare a ridurre gli sprechi. Da tempo siamo impegnati in campagne per promuovere un consumo consapevole e pratiche attive per ridurre gli sprechi.

Un altro elemento strategico per una crescita sostenibile, al centro delle nostre attività, è il verde urbano. La presenza del verde nelle nostre città, la quantità degli spazi a esso dedicati e la cura manutentiva dello stesso, sono alcuni degli indici principali di civiltà e vivibilità. Il verde urbano è un elemento dell'ambiente costruito in fondamentale relazione con il paesaggio. Ci occupiamo da anni della manutenzione delle aree verdi pubbliche e private in tutti i suoi aspetti: cura quotidiana, messa in sicurezza, conservazione, riqualificazione e restauro, progettazione di nuove aree, valutazione e monitoraggio ambientale, mapping informatico.

Oltre alla gestione del verde esistente ancora più importante è saperlo progettare. Il verde urbano si costruisce con tempi lunghi, va pianificato e mantenuto negli anni. Strumenti come il sistema GIS consentono un monitoraggio costante dello stato delle aree, permettono di censire e mappare gli alberi, garantendo un controllo costante ed efficiente.

In cammino per una comunità sostenibile

Per costruire una comunità sostenibile è importante condividere con le giovani generazioni una visione del futuro. Pensiamo che il modo migliore per diffondere i temi della sostenibilità non passi attraverso una serie di divieti e prescrizioni, ma piuttosto per la costruzione di un immaginario comune. Il racconto, l’immagine, il fumetto, la poesia, il reportage, sono i linguaggi attraverso i quali comunicare una cultura sostenibile da costruire insieme.

In questi anni abbiamo promosso nelle scuole il concorso Diventa Inventore, volto a stimolare l’immaginazione dei ragazzi sui temi del riciclo e della riduzione degli sprechi. Organizziamo laboratori per informare i ragazzi e invitarli ad essere parte attiva nella promozione dei temi legati alla salvaguardia ambientale e alla sostenibilità. Da queste esperienze è nata la rivista Ambinoi, un laboratorio aperto dove letteratura, arte, poesia, gioco e design si intrecciano per trasmettere la consapevolezza critica che aiuta a comprendere i collegamenti tra le cose, i sistemi produttivi e l’ambiente. Ogni anno festeggiamo la Giornata della Terra [in seguito verrà aggiunto il link al report di quest’anno], un’occasione per rinnovare il nostro impegno verso la comunità e coinvolgere i più giovani in una giornata di festa e formazione.

sostenibilità1
sostenibilità2
sostenibilità3