Logo Mantova Ambiente
Logo Youtube Canale Mantova Ambiente Logo Gruppo Tea
Mantova Ambiente operatori raccolta rifiuti

Raccolta e gestione dei rifiuti

Ogni rifiuto è come un frutto. Lo raccogliamo con cura per valorizzarlo in base alle sue qualità, sempre attenti alle esigenze della comunità e dell’ambiente.

Ogni rifiuto è come un frutto

La raccolta differenziata porta a porta o dai cassonetti, la gestione delle isole ecologiche, il ritiro dei rifiuti ingombranti domestici e industriali, il recupero degli scarti industriali e agricoli. Poi la valorizzazione. Tutto nelle nostre mani rinasce a nuova vita.

Servizio di Igiene Urbana: costi a confronto

Paese che vai, raccolta differenziata che trovi

Ogni Comune, in Italia, in Lombardia, nella nostra provincia, ha organizzato sul proprio territorio un servizio di igiene urbana “su misura” rispetto a necessità, abitudini, caratteristiche abitative, mirando generalmente a innescare comportamenti virtuosi per differenziare e riciclare il più possibile. E a servizio diverso corrispondono, naturalmente, costi diversi.

Tenendo presente questa considerazione, proviamo a fare un confronto tra il costo pro capite medio dei Comuni serviti da Mantova Ambiente, per l’anno 2014, e gli ultimi dati sovracomunali disponibili (anno 2013). Per l’analisi, abbiamo utilizzato gli indicatori dei Comuni riportati nelle schede MUD (Modello unico dichiarazione ambientale), mentre quelli del Nord Italia e nazionali provengono dalla pubblicazione ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

È utile, inoltre, sottolineare che i dati utilizzati come medie di confronto fanno riferimento alle seguenti percentuali di raccolta differenziata: Area Mantova Ambiente 76,5%; Nord Italia 54%; Italia 42%.

Il costo medio più basso è di Mantova Ambiente

La media dell’area Mantova Ambiente (129,21 €/ab/anno) è stata ottenuta sommando il valore economico totale dei Piani Finanziari 2014 dei Comuni serviti rapportato al totale degli abitanti. Il risultato, al netto delle rateizzazioni per l’avvio del servizio porta a porta, degli accantonamenti e dei disavanzi delle precedenti annualità, è pari a 117,25 €/ab/anno.

Nei campioni a confronto prevale la raccolta stradale o mista, mentre nella nostra provincia la domiciliare rappresenta la quasi totalità (come dimostrato dalle ben diverse percentuali di raccolta differenziata) con una diffusa applicazione del corrispettivo (circa il 70% delle utenze servite) che prevede la consuntivazione annuale dei costi effettivi.

Mantova Ambiente investe nel futuro

Nei Comuni dell’area Mantova Ambiente l’incidenza degli investimenti per l’acquisto dei contenitori è ancora in corso, mentre nelle restanti zone del Paese i costi dei cassonetti stradali sono ormai, da tempo, completamente ammortizzati. Nei prossimi anni, con molta probabilità, la situazione si invertirà con i Comuni italiani che si troveranno a dover affrontare il passaggio porta a porta con i relativi investimenti.

Per focalizzare meglio l’analisi, sono stati presi in esame anche i dati dei Comuni limitrofi alla provincia di Mantova e di quelli mantovani gestiti da altre aziende. Tali dati sono stati suddivisi per fasce di abitanti, al fine di rendere quanto più possibile omogeneo il campione, formato da Comuni con servizi differenti e tipologie di prelievo diverse.

Fascia abitanti - Comuni area Mantova Ambiente Comuni fuori provincia (campione) Comuni in provincia gestiti da altra Società (campione)
sotto ai 3.000 31 13 0
3.000–6.000 10 10 3
6.000–10.000 13 7 1
10.000–20.000 9 16 0
20.000+ 1 5 1

Dalla rappresentazione dei costi rilevati (desunti dai Piani Finanziari 2014 dei Comuni approvati dai rispettivi Consigli comunali), suddivisi per le fasce di popolazione sopra descritte, si ottiene il seguente grafico:

Come si evince, a parità di gestore (individuabile dalla barra con il medesimo colore), il costo per abitante del servizio rifiuti è assai diverso. La differenza non è pertanto connessa al gestore né al numero di abitanti, bensì alla variabilità del servizio di igiene urbana scelto dai Comuni, alle quantità di rifiuti prodotte e ad altre attività accessorie effettuate.

Mantova Ambiente vince il confronto

Confrontando i costi unitari medi di Mantova Ambiente con quelli dei Comuni confinanti con la nostra provincia (Brescia, Modena, Reggio Emilia, Cremona, ecc.) e dei Comuni della provincia non serviti da Mantova Ambiente, raggruppati per fasce di abitanti, si evidenzia il posizionamento dell’area di Mantova Ambiente rispetto ai campioni presi in esame.

Dal confronto, Mantova Ambiente (in verde nel grafico) risulta essere competitiva in tutte le fasce analizzate, con migliori performance all’aumentare della popolazione.

Sfuggono da questi confronti, tuttavia, degli indicatori non misurabili ma assai importanti, attraverso i quali si giunge a offrire ai cittadini un servizio di qualità, orientato alla tutela del territorio e del ciclo virtuoso dei rifiuti.

costo-medio-per-abitante-all'anno-(2014)-in-euro.png
Costo-2014-per-abitante-all’anno-in-euro.png
Costo-2014-per-fascie-di-abitanti-all’anno-in-euro.png

La raccolta dei rifiuti

Un lavoro duro, faticoso. A noi piace così, siamo in 270. Per la raccolta si parte all'imbrunire e si ritorna all'alba. Pioggia, vento o neve, usciamo in silenzio, indossiamo guanti, scarponi e giacche fluorescenti e alla guida dei nostri 218 camion andiamo alla ricerca degli scarti, degli avanzi, dei rifiuti. Alla fine dell'anno con i chilometri fatti saremmo potuti arrivare alla luna.

Dove raccogliamo i rifiuti

I rifiuti che raccogliamo sono prodotti da quasi 400 mila cittadini che vivono in 65 comuni.

La raccolta dei rifiuti è un servizio studiato in base alle esigenze della comunità. Qualunque sia la modalità scelta, Mantova Ambiente vi affiancherà per fornirvi tutti gli strumenti e le informazioni necessarie su come riconoscere e separare i rifiuti. Sacchetti, cassonetti, calendari, materiali informativi e strumenti educativi per le scuole sono la nostra dotazione minima...

Non solo Rifiuti Solidi Urbani

Ogni comunità che vive, si muove, lavora e cresce, oltre ai rifiuti solidi urbani produce tante altre tipologie di rifiuto. Noi non ne tralasciamo nessuna: siamo vicini alle industrie, agli agricoltori, ai commercianti. Siamo negli ospedali, nei cimiteri, negli uffici, nelle scuole.

La raccolta porta a porta

Con la raccolta differenziata porta a porta raccogliamo più di 169.000 tonnellate di rifiuti all'anno, prodotti da oltre 340.000 cittadini in 55 Comuni nel 2014. L'87% dei rifuti raccolti con questo metodo è avviato al recupero in appositi impianti mentre il restante 13% è destinato al nostro impianto di trattamento frazione secca indifferenziata di Ceresara.

La raccolta cassonetto / mista

Con la raccolta differenziata cassonetto / mista raccogliamo quasi 30.000 tonnellate di rifiuti all'anno, prodotti da oltre 58.000 cittadini in 10 Comuni nel 2014. Circa il 60% dei rifuti raccolti con questo metodo è riciclato nei nostri impianti mentre il restante 40% viene portato nel nostro impianto di trattamento della frazione secca indifferenziata di Ceresara; ciò che rimane dopo il trattamento è infine destinato alla nostra discarica controllata di Mariana Mantovana.

grafici_MA_racc-porta.png
grafici_MA_racc-cassonetto.png

Il trattamento e la valorizzazione

Grazie alla raccolta differenziata ogni carico dei nostri automezzi ha la propria destinazione: la carta da una parte, il vetro dall'altra, l'organico di qua, la plastica di là, il secco su e l'umido giù... Vorremmo che non ci fosse mai un avanzo, un resto. Tutto al suo posto, come fosse già materia prima, pulita, pura e pronta al riuso. Ma molte cose son composte da tanti materiali diversi che possono avere nuova vita. È un lavoro minuzioso che cambia continuamente con gli stili di vita e le tipologie di prodotti che si consumano.

Un percorso virtuoso: da rifiuto a materia prima

I rifiuti raccolti vengono portati in appositi impianti di trasformazione o di selezione e recupero. Questo è il ciclo più virtuoso che proviene dalla raccolta differenziata.

C'è però una parte di rifiuti che viene raccolta come rifiuto indifferenziato. Nel nostro impianto di trattamento frazione secca indifferenziata di Ceresara iniziamo un processo di triturazione e di vagliatura per separare la parte organica dalla parte secca. Otteniamo un combustibile di qualità e un rifiuto biostabilizzato per la copertura giornaliera in discarica; solo una piccolissima parte (il 3% sul totale dei rifiuti raccolti)  che non si è riusciti a trasformare, viene conferita nella nostra discarica controllata di Mariana Mantovana.

I rifiuti raccolti in modo differenziato ritornano ad essere prodotti in vetro, plastica, carta, metallo oppure trasformati in compost. Si pensi ad esempio che grazie al riciclo di 3 scatole da scarpe è possibile produrre una nuova cartelletta in cartoncino, oppure che riciclando 27 bottiglie di plastica si può confezionare una nuova felpa in pile o che grazie al riciclo di 37 lattine è possibile creare una nuova caffettiera.

 Il rifiuto diventa quindi una risorsa rinnovabile che riduce i materiali da destinare alla discarica, limitando lo sfruttamento di risorse naturali non rinnovabili.

ciclo-rifiuti-04.png

La raccolta Comune per Comune

Dove lo butto?

Scarica PDF Scarica PDF

Ecco l’elenco degli oggetti (Rifiuto), la tipologia a cui appartengono (Che cos’è) e le modalità con cui devono essere smaltiti (Dove va). Ricorda che l’elenco dei rifiuti consegnabili al centro di raccolta può variare da comune a comune.

Dove lo butto?
Piccola guida alla corretta separazione dei rifiuti. Scarica PDF
È disponibile anche una versione tradotta in lingua  , e .

Con il compostaggio fiorisce l’ambiente.
Indicazioni pratiche per il compostaggio domestico. Scarica PDF

Le icone della raccolta differenziata

Con le nuove icone della raccolta differenziata e la legenda dei simboli, fare la raccolta correttamente è ancora più facile. Consulta le tabelle per sapere come separare e differenziare i materiali che usi ogni giorno.

Rifiuti
 Carta, cartone e TetraPak  Secco  Organico
 Sfalci e potature  Vetro  Plastica
 Pannolini e pannoloni  Ingombranti  RAEE
 Pericolosi  Farmaci  Pneumatici
 Metalli  Spazzamento
Destinazioni
 Contenitore  Sacco  Centro di raccolta

I simboli sulle confezioni

Simbolo Che cos'è Dove va
Polietilentereftalato, Polietilene, Polipropilene, Polistirolo, Polivinilcloruro  Plastica e polistrirolo
Poliaccoppiato  Carta, cartone e TetraPak
Vetro, Banda stagnata, Alluminio  Vetro, lattine e barattoli
Rifiuto irritante, tossico, infiammabile, corrosivo  Centro di raccolta
01.png pet.png cinese araba 03.png inglese 04.png acc.png al.png alu.png ca.png 02.png pp.png ps.png pvc.png ve.png pe.png

Modulistica

Corrispettivo rifiuti utenza domestica Corrispettivo rifiuti utenza non domestica

Corrispettivo rifiuti utenza domestica
Corrispettivo rifiuti utenza non domestica

Con l'adozione del sistema di raccolta domiciliare e l'applicazione del corrispettivo rifiuti, ogni famiglia o attività economica ha a disposizione una batteria di contenitori e sacchi dedicati. La contabilizzazione dei rifiuti prodotti è legata alla sola parte di rifiuto indifferenziato (secco non riciclabile), nel cui contenitore è installato un microchip/trasponder che identifica l'utenza servita con dati anagrafici, giorno di ritiro e frequenza degli svuotamenti.

Essendo la tariffa impostata sul numero e sul volume degli svuotamenti, gli utenti saranno incentivati ad esporre i contenitori solo quando sono completamenti pieni e solo nei giorni e negli orari stabiliti per la raccolta. 

A norma di regolamento e al fine di poter avere a disposizione il kit per la raccolta differenziata, l'utenza (famiglia o attività economica) ha l'obbligo di presentare l'autocertificazione per l'inizio occupazione, ovvero per la cessazione o per eventuali variazioni (cambio di intestazione, variazione superficie dell'immobile); nessuna delle eventuali altre dichiarazioni o documentazioni presentate al Comune per finalità diverse può sostituirla.

Il contribuente deve presentare il modulo di attivazione del servizio rifiuti (messo a disposizione dal Comune o dal soggetto gestore del servizio) entro 30 giorni successivi a quello di inizio dell'occupazione o detenzione, sottoscritta da uno dei coobbligati o dal rappresentante legale. 

La denuncia, originaria o di variazione, deve obbligatoriamente indicare il codice fiscale, i dati anagrafici o la denominazione della persona fisica o giuridica, l'ubicazione e la superficie calpestabile dei singoli locali e delle aree e, nel caso delle utenze domestiche, i componenti del nucleo familiare, la data di inizio della conduzione o occupazione dei locali e delle aree, gli identificativi catastali dei fabbricati assoggettabili al corrispettivo rifiuti. 

Si segnala che in caso di decesso del contribuente iscritto a ruolo, i componenti del nucleo familiare, coloro che usavano in comune i locali in capo al defunto ovvero gli eredi dello stesso, devono provvedere a presentare specifica denuncia di cessazione o di cambio nome. 

Si ricorda che le abitazioni, i locali e le aree occupate dalle attività produttive non occupate o non utilizzate sono escluse dal pagamento del corrispettivo rifiuti solo se prive di mobili e attrezzature e non allacciate ai servizi di rete elettrica, idrica, telefonica e di fornitura gas, a condizione che tale situazione di fatto sia dichiarata nella denuncia presentata nei termini di regolamento. 

Per i nuovi residenti la consegna dei contenitori/ sacchi per la raccolta differenziata avverrà entro 7 giorni lavorativi, mentre le utenze che si trasferiranno all'interno del Comune (cambio via) manterranno la stessa fornitura in dotazione nella precedente residenza. 

I moduli per l'iscrizione, la cancellazione e le variazioni ai fini del corrispettivo rifiuti sono scaricabili dal sito http://mantovaambiente.it/, oppure sono disponibili in forma cartacea presso l'Ufficio tributi del Comune o gli sportelli del Gruppo Tea.

La dichiarazione può essere presentata mediante consegna diretta presso l'Ufficio tributi del Comune, agli sportelli Tea, a mezzo fax (Numero Verde 800 473160), a mezzo posta raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a Mantova Ambiente, via Taliercio 3, o per posta elettronica a clienti@teaspa.it. 

Per ulteriori specifiche e chiarimenti si può far riferimento al Numero Verde 800 473165, da rete fissa, oppure 199143232 da cellulare, attivi da lunedì a venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13.

Sportelli sul territorio

I nostri Comuni Ricicloni 2016

I Comuni Ricicloni di Mantova Ambiente

Le classifiche di Comuni Ricicloni 2016 comprendono tutti i Comuni che hanno partecipato al concorso e che risultano avere una percentuale di raccolta differenziata (RD) uguale o superiore al 65%. La graduatoria è poi stilata considerando l'indice di buona gestione, che tiene conto di numerosi parametri oltre alla percentuale di RD, quali la produzione di rifiuti pro-capite, la tipologia di raccolta, la presenza di piattaforma ecologica e, da quest’anno, la qualità dei materiali e le politiche di prevenzione. Puntando quindi alla riduzione del secco residuo (l’indifferenziato) da avviare in impianti di trattamentorifiuti e poi in discarica. Sono stati quindi giudicati meritevoli di ricevere l'attestato i comuni la cui produzione annuale procapite di rifiuto secco indifferenziato (data dalla somma del secco residuo e della parte di rifiuti ingombranti avviati a smaltimento) è stata contenuta entro i 75 Kg.

Per saperne di più vai su www.ricicloni.it

Questa è la classifica dei Comuni ricicloni 2016 che ha servito Mantova Ambiente:

Comune Categoria Posizione Abitanti Procapite rifiuti urbani %RD
San Giovanni Del Dosso Assoluta - Comuni sotto i 10mila abitanti 1 1.248 35,6 87,71
Botticino Assoluta - Comuni sopra i 10mila abitanti 1 10.914 44,5 83,29

Tra i Comuni sotto i 10mila abitanti in Lombardia serviti nel 2015 da Mantova Ambiente, nelle prime posizioni si trovano anche:

Posizione Comune Abitanti Procapite secco Procapite rifiuti urbani %RD
3 Guidizzolo 6122 43,7 1,2 87,2
4 Commessaggio 1094 47,1 1,1 88,6
5 Solferino 2906 48,4 0,8 81,9
7 Sustinente 2109 48,8 1,1 88,1
8 Casalmoro 2253 48,9 1,2 88,9
9 Carbonara di Po 1427 50,1 1,2 87,8
11 Magnacavallo 1647 52,4 1,2 87,4
12 Ceresara 2676 52,8 1 84,1
13 Casalromano 1496 54,5 1 85,3
14 Felonica 1427 54,6 1,4 88,7
15 San Giorgio 9519 55,9 1,3 85,2
16 Quingentole 1293 56,4 1,1 85,3
17 Roncoferraro 7671 57,0 1,2 86,1
18 Revere 2521 57,1 1,3 85,1
19 Poggio Rusco 6543 57,7 1,2 83,4
20 Sermide 6189 57,9 1,2 83,8
22 Dosolo 3440 58,4 1,5 88,9
23 Marcaria 6674 58,5 1,1 83,3
27 Redondesco 1296 60,3 1,1 84,4
28 Marmirolo 7825 60,4 1,2 84,4
29 Villa Poma 2023 61 1,2 84,6
31 Pegognaga 7160 61,7 1,5 85
33 Volta Mantovana 7369 64,2 1,2 82,8
34 San Giacomo d/S 1639 64,3 1,2 85,1
35 Gazoldo d/Ippoliti 3039 64,7 1 82,6
37 Motteggiana 2652 65,3 1,2 83,5
38 Piubega 1699 66 1,3 86,1
41 Bagnolo San Vito 6900 66,8 1,7 86,7
44 Roverbella 8681 68,5 1,2 79,8
46 Castel d’Ario 4733 69,4 1 80,1
48 Villimpenta 2186 69,5 1,2 84,3
54 San Martino d/A 1742 72,1 1 81
55 Serravalle a Po 1541 72,3 1,2 83,4

Inoltre, tra i Comuni sopra i 10mila abitanti in Lombardia serviti nel 2015 da Mantova Ambiente, nelle prime posizioni si trovano anche:

Posizione Comune Abitanti Procapite secco Procapite rifiuti urbani %RD
3 Porto Mantovano 16448 52,2 1,3 83,6
4 Asola 11166 54,8 1,2 83,8
6 Goito 10364 58,8 1,2 85,1
7 Suzzara 21161 66,1 1,4 85
10 Curtatone 14804 70,8 1,5 85,7
11 Borgo Virgilio 14646 70,9 1,2 81,3

Nel rapporto di Legambiente sono stati menzionati, senza entrare nelle classifiche ma rispettando l’ordine alfabetico, altri comuni serviti da Mantova Ambiente nel 2015, che hanno comunque il grande merito di aver superato il 65% di raccolta differenziata:
Acquanegra sul Chiese (76,5%), Bigarello (83,2%), Borgofranco (85,8%), Bozzolo (82%), Casaloldo (74%), Castelgoffredo (71,9%), Gazzuolo (77%), Gonzaga (83,1%), Mantova (77,6%), Mariana Mantovana (83,9%), Medole (78,8%), Moglia (65%), Monzambano (74,3%), Ostiglia (78,2%), Pieve di Coriano (73,2%), Ponti sul Mincio (75,6%), Quistello (83,7%), Sabbioneta (82,2%), Schivenoglia 78,6%), Viadana (77,2%).

Comuni Ricicloni 2016 è realizzato da Legambiente con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. In collaborazione con Associazione nazionale Comuni Italiani, Assobioplastiche, Conai, FederAmbiente, Fise Assoambiente e Fise Unire, CiAl, Comieco, CoRePla, CoReVe, Ricrea, Rilegno, Centro di Coordinamento RAEE, Consorzio Italiano Compostatori e la rivista Rifiuti Oggi.

Come pagare le bollette

Il pagamento delle fatture può essere effettuato:

  • con domiciliazione bancaria o postale;
  • con MAV allegato alla fattura (operazione gratuita presso qualsiasi sportello bancario o con pagamento della commissione se effettuata in posta);
  • con bonifico bancario su c/c esposto in fattura;
  • presso gli sportelli postali con bollettino o bonifico/postagiro con le commissioni vigenti applicate da Poste Italiane;
  • presso i punti vendita di Lottomatica Servizi (tabaccherie, bar, ricevitorie del Lotto) consegnando all'addetto del punto vendita collegato alla rete Lottomatica Servizi il foglio con il bollettino e il codice a barre allegato alla bolletta (sono consentiti pagamenti in contanti per un importo massimo pari a 999,99 €; sono altresì consentiti pagamenti con carta PagoBancomat e carte prepagate Lottomaticard non superiori a 1.500,00 €. Entrambi gli importi menzionati sono da considerarsi comprensivi della commissione);
  • NUOVO CBill Da oggi è possibile pagare il bollettino postale senza muoversi da casa: il nuovo servizio Cbill, infatti, è nato per consentire a tutti i possessori di un internet banking/mobile tramite QR codes di pagare un bollettino postale degli enti convenzionati, addebitando il proprio conto corrente. Basta collegarsi all’home banking della banca. Per maggiori informazioni visita il sito http://www.cbill.it/

Per qualsiasi informazione al riguardo, contattare il Numero Verde 800 473165 (oppure 199 143232 da telefono cellulare), gli sportelli del Gruppo Tea, oppure scrivere a clienti@teaspa.it. Troverete sempre un operatore pronto a rispondervi in maniera competente ed esaustiva. 

Pulizia del territorio

Facciamo le pulizie della città. Le rendiamo un ambiente pulito e confortevole per aiutarvi a viverle meglio.

Scopa spazza per terra rifiuti mantovani

La città è un corpo vivo, che si modifica quotidianamente con i suoi abitanti. Noi lo osserviamo, lo studiamo, lo monitoriamo nei suoi cambiamenti intervenendo tempestivamente per evitare qualsiasi accumulo di sporco o malfunzionamento. Tutti i giorni siamo sui marciapiedi con le scope, con grandi automezzi a spazzare le strade...

Spazzamento

Curiamo e manteniamo puliti gli spazi urbani per farvi godere di strade, marciapiedi, aree verdi, differenziando la tipologia e la frequenza degli interventi a seconda delle specifiche esigenze della vostra zona. 

Ecco alcuni dei nostri servizi:

  • Spazzamento meccanizzato e manuale
  • Svuotamento cestini
  • Lavaggio gallerie e portici
  • Pulizia percorsi pedonali aree verdi
  • Raccolta delle foglie
  • Sgombero neve
  • Pulizia di caditoie e bocche di lupo (esclusi interventi di canalizzazione fognaria)

Cura del verde

Amiamo boschi e giardini, prati e aiuole, orti e siepi. Seminiamo, potiamo, ariamo, concimiamo, annaffiamo... perché vogliamo che ogni stagione vi offra tutte le sue sfumature di verde.

Veduta Giardini Belfiore a Mantova

Progettare il nuovo e conservare l’esistente, in continuità con lo storico mandato del Servizio Giardini del comune di Mantova. Ci occupiamo della manutenzione delle aree verdi pubbliche e private, in tutti i suoi aspetti: cura quotidiana, messa in sicurezza, conservazione, riqualificazione e restauro, progettazione di nuove aree, valutazione e monitoraggio ambientale, mapping informatico.

Cura e gestione del verde pubblico e privato

Nelle nostre città il paesaggio verde si interseca con gli altri peasaggi. Per questo motivo ce ne prendiamo cura, integrando questo servizio con gli altri di Mantova Ambiente: la raccolta differenziata e la pulizia della città.

La cura e la gestione del verde prevedono un ampio spettro di azioni:

  • Gestione, manutenzione e messa in sicurezza di aree a verde pubblico e privato
  • Riqualificazione e restauro del verde di interesse storico
  • Manutenzione ordinaria di arredi, manufatti, attrezzature ludiche e viabilità pedonale, ciclabile e di servizio nelle aree verdi
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria delle alberature
  • Diagnostica per l’arboricoltura e valutazione stato fitosanitario e di stabilità delle piante
  • Interventi su alberi monumentali di potatura e messa in sicurezza (metodo tree-climbing)
  • Difesa del verde dalle malattie con trattamenti fitosanitari
  • Difesa antiparassitaria in ambiente urbano: lotta alla zanzara e derattizzazione.


Un gioiello verde: il giardino pensile del Palazzo Ducale.
Su concessione del Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Mappatura del verde

Il sistema GIS verde ci permette di acquisire, memorizzare, estrarre, trasformare e visualizzare dati direttamente dal mondo reale. Grazie a questo sistema possiamo avere una mappa precisa dello stato del verde sul territorio. Ogni albero viene censito, ogni prato viene osservato e tenuto sotto controllo da personale altamente qualificato in modo da poter intervenire tempestivamente.

Questi sono alcuni dei servizi legati al sistema GIS verde:

  • Realizzazione ed aggiornamento di censimenti informatizzati del verde
  • Redazione di “piani del verde” e “regolamenti del verde”
  • Mapping del verde pubblico e privato su base informatica, banche dati e cartografie
  • Redazione di progetti di rilevamento, realizzazione e gestione del verde.

Progettazione e consulenza

Il verde urbano si costruisce con tempi molto lunghi. Sei mesi per un'aiuola, decenni per un giardino, secoli per un bosco... Il progetto è lo strumento più potente che abbiamo per realizzarli ma sopratutto per mantenerli e farli durare nel tempo. Il progetto è il disegno del futuro, il seme sul terreno.

Queste sono solo alcune delle aree di progetto su cui interveniamo:

  • Progettazione aree verdi, allestimenti floreali, aree gioco e decoro stradale
  • Progettazione piani di intervento e monitoraggio lotta antiparassitaria in ambiente urbano
  • Progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti di irrigazione
  • Consulenza e supporto specialistico ad enti pubblici per il monitoraggio dello stato qualitativo del verde e della pianificazione degli interventi ordinari e straordinari
  • Verifica di conformità e certificazione (TUV per aree ed attrezzature gioco)
  • Pareri e prescrizioni tecniche per la realizzazione di aree verdi e pratiche edilizie
  • Valutazione e stima dei danni subiti dal verde pubblico e pratiche per il risarcimento.

Alcune delle aree verdi più belle e meglio progettate, Mantova ne è ricca.

Numeri da pollice verde

Con il Servizio Verde Mantova Ambiente curiamo e gestiamo in ogni stagione dell'anno 15.353 alberi e una superficie di 240 ettari, equivalente a 375 campi da calcio.

Comune Superficie gestita Alberi curati
Mantova 1.532.300 m2 15.000
Settimo Milanese 390.000 m2 -
Volta Mantovana 420.000 m2 -
Mariana Mantovana 48.687 m2 353